.
Annunci online

 
animautori 
due penne per l'anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
Ermanno Eandi
Diocesi di Pinerolo
Centro Giovani di Pinerolo
News sul Torino FC
Terre d'Adelaide & Odon
Avvenire
Movimento per la Vita
Oratori diocesi Pinerolo
Avvenire
Sentieri Tolkieniani
Sognando Emmaus
Vita diocesana pinerolese
Album fotografico Patrizio e Cristina
Andrea Gilardo UDC
Beniamino Trucco
Cappellaio matto
stranicristiani
Diocesi di Pinerolo
  cerca

Parole per dipingere e colorare,
parole per fare sognare.
Parole lente,
parole scritte in fretta
parole per la moto
e per la bicicletta.
Parole per chi suona
parole per chi canta
parole per chi di voce
ne ha davvero tanta.
Parole con la rima,
parole per il  prima
parole per il poi,
parole come noi
che stiamo ad ascoltare
il sole, i sassi e il mare.
Parole che van via
parole con la scia.
Parole di saluto
parole di acoglienza,
per te che sei venuto
e leggi con pazienza!






 

Diario | Lectio divina | Montagna | video | Preghiere | Racconti |
 
Preghiere
1visite.

5 febbraio 2013

La Via della Vita


«Nella via che conduce al Golgota si dipana l'avventura  dell'umanità frammentata in innumerevoli risvolti di  gioie e sofferenze, di incontri e scontri, di grandezze e meschinità».
Questa meditazione della passione di Cristo, preparata dal Patrizio Righero e da Annalisa Margarino, fa  incontrare il quotidiano delle donne e degli uomini del nostro tempo con l’evento della passione, morte e resurrezione di Gesù.
Da un lato la ricerca, la fede, il dubbio, la paura, l’incertezza a volte sussurrata, altre volte gridata: piccole storie di ordinaria fatica di vivere e di ricerca esistenziale.
Dall’altra l’avvenimento che squarcia in due la storia e mostra il volto di un Dio diverso, che si interessa
al “qui e ora” di ogni figlia e ogni figlio. 
Ogni stazione propone: una lettura tratta dai Vangeli; una preghiera che è, al tempo stesso, la testimonianza
di una ricerca; una meditazione semplice e incisiva per richiamare il mistero della salvezza; un’orazione finale che mette a fuoco il cuore della stazione.
L'immagine di copertina è dell'artista Jean-Paul Charles che vive e lavora in Val Chisone.

Annalisa Margarino – Patrizio Righero, 

La via della Vita, Via Crucis esistenziale per donne e uomini del nostro tempo, 

Elledici, € 4,00


Il sussidio è disponibile, 
nelle librerie,
on line sul sito
http://www.libreriadelsanto.it/?p=rpa
e
 

presso la sede di Vita Diocesana Pinerolese 
Via Vescovado 1
10064 Pinerolo (To)
Orari di apertura al pubblico: 
dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle ore 12; 
nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15.30 alle 17.30.

12 ottobre 2012

Con questi quattro stracci

Con questi quattro stracci addosso,

non devo abbassare il capo

di fronte a nessuno,

non devo battere i pugni

sul tavolo della vita

per ottenere l’attenzione del cielo,

non devo sentirmi a disagio

alla mensa del tempo

e al brindisi della pace.

Mi bastano questi quattro stracci,

per entrare a pieno titolo

nel mondo delle creature di Dio,

per sfilare sulla passerella

di quanti sono amati

fin dall’eternità.

Con questi quattro stracci addosso,

assaporo l’eleganza di un universo

che abbraccia il mio orizzonte

più di quanto io possa immaginare.

Con questi quattro stracci addosso,

io sono al tuo cospetto,

un re,

un angelo,

un figlio prediletto,

Padre mio.


E.P.

10 ottobre 2012

La preghiera di un politico (onesto)



Ho quasi paura, Signore,

a dire che mi occupo di politica.
Paura, ma non vergogna.
Quando ho iniziato a percorrere questa strada
sapevo che non sarebbe stata facile,
sapevo che sarei stato esposto a critiche,
e sapevo anche che non avrei risolto
tutti i problemi del mio paese.
Ero un ottimista,
con i piedi per terra
con tanti sogni in tasca
e il proposito di non scendere
a compromessi.
Mai.
Oggi sono lo stesso uomo,
ma ho paura
perché quello del politico
è un lavoro che puzza d’inganno,
un servizio in sospetto di furto.
Eppure so che non è così.
Non è così per tutti.
Lo so per me
e per i tanti
- alleati e avversari –
che senza apparire,
senza fare carriera,
senza succhiare privilegi,
le mani se le sono consumate
ma non sporcate.
Ho paura,
perché il nome della politica
è infangato ogni giorno
e il bene comune
ha lasciato il posto
all’interesse privato,
all’arrivismo di piazza,
al consenso usa e getta.
Forse anche tu, Signore,
sospetti di me?
Credo di no.
Tu mi scruti e mi conosci.
Sai distinguere i cuori
e non confondi il bene col male.
Per questo, con fiducia
e un significativo rimasuglio
di ottimismo,
ti chiedo di farmi vincere
non le elezioni,
la ma tentazione di arrendermi.
Donami il tuo coraggio, Signore,
per mettermi al servizio dei fratelli.
Anche oggi.
Anche domani.
Fino a quando tu vorrai.
Amen.


Patrizio Righero

10 ottobre 2012

Tutta la mia rabbia



Questa è la mia rabbia,

tutta la mia rabbia.

Un esplosione costretta

in un centimetro di cuore.

Questa è la mia rabbia.

Per le ingiustizie,

per gli insulti,

per il ghigno mostruoso

del prepotente che brinda

sulla dignità del povero.

Questa è la mia rabbia, Signore.

Ma la rabbia non è nulla.

Trasformala in coraggio,

in determinazione,

in fede robusta

e capace di dire in faccia

tutta la verità.

Questa è la mia rabbia,

tutta la mia rabbia.

Trasformarla nel coraggio

di pagare di persona,

di vincere il muro del silenzio.

Questa è la mia rabbia, Signore.

tutta la mia rabbia.

Tu trasformala in vita

e in desiderio di giustizia.



Patrizio Righero




permalink | inviato da animautori il 10/10/2012 alle 9:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 ottobre 2012

Oggi non avrò vergogna


La mia casa è tutta sottosopra.

Non è pronta per gli ospiti.

Non è pronta nemmeno per me.

Signore Gesù, perché vuoi entrare?

Che cosa pensi di trovarci? 

Non ho nulla di buono da offrirti:

la dispensa è vuota,

i letti sono da rifare,

la polvere è ovunque,

i piatti ancora da lavare.

E io non sono meglio.

Perché vuoi venire proprio a casa mia?

Sai che non sono un uomo buono.

Sai che non sono un uomo onesto.

Tuttavia, se proprio insisti

e se non hai paura di inciampare

nei miei peccati sparsi sul pavimento,

sappi che sei il benvenuto.

Oggi sarà per me un giorno nuovo.

Oggi non avrò paura di iniziare

le grandi pulizie.

Oggi non avrò vergogna deglla gente.

Se proprio vuoi,

entra nella mia vita

e fanne qualcosa di meglio.

Siediti pure alla mia tavola.

Io metterò i bicchieri.

tu li riempirai

con il vino buono della salvezza.


Patrizio Righero

sfoglia
ottobre