.
Annunci online

 
animautori 
due penne per l'anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
Ermanno Eandi
Diocesi di Pinerolo
Centro Giovani di Pinerolo
News sul Torino FC
Terre d'Adelaide & Odon
Avvenire
Movimento per la Vita
Oratori diocesi Pinerolo
Avvenire
Sentieri Tolkieniani
Sognando Emmaus
Vita diocesana pinerolese
Album fotografico Patrizio e Cristina
Andrea Gilardo UDC
Beniamino Trucco
Cappellaio matto
stranicristiani
Diocesi di Pinerolo
  cerca

Parole per dipingere e colorare,
parole per fare sognare.
Parole lente,
parole scritte in fretta
parole per la moto
e per la bicicletta.
Parole per chi suona
parole per chi canta
parole per chi di voce
ne ha davvero tanta.
Parole con la rima,
parole per il  prima
parole per il poi,
parole come noi
che stiamo ad ascoltare
il sole, i sassi e il mare.
Parole che van via
parole con la scia.
Parole di saluto
parole di acoglienza,
per te che sei venuto
e leggi con pazienza!






 

Diario | Lectio divina | Montagna | video | Preghiere | Racconti |
 
Diario
1visite.

11 febbraio 2013

In una mattina d'inverno...

E così, in una mattinata d'inverno in cui la notizia più interessante sembrava essere la neve (e poi sai che notizia se nevica a febbraio!), ecco l’appuntamento con la storia. E non solo con la storia della chiesa, ma con quella del mondo. Il papa Benedetto XVI annuncia che lascerà il “ministero petrino”. E lo fa con la voce tremante di chi sa di spezzare una secolare tradizione, ma con la determinazione di chi agisce non per sé e per il proprio tornaconto, ma per il bene della chiesa tutta. In obbedienza ad una coscienza illuminata dalla saggezza degli anni e dalla Parola di Dio, studiata, meditata, pregata e quindi annunciata, giorno dopo giorno. Così arriva l’addio del papa teologo che ammette la “incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato”. Una scelta che va oltre anche la fanta-ecclesiologia della teologa Adriana Zarri che con il suo romanzo “Vita e morte senza miracoli di Celestino VI” aveva prospettato, in una chiave ideologica e naïve – un Papa prima rivoluzionario  e poi malinconicamente dimissionario.

Probabilmente nei giorni e nelle settimane che verranno Benedetto XVI spiegherà meglio i motivi di questa decisione. A noi basta la certezza che la sua è una scelta “per il bene”, mossa non da timore ma da coraggio, non da rassegnazione ma da un amore sincero per la Chiesa e per il suo Signore. 

 

P.R.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa ratzinger benedetto XVI

permalink | inviato da animautori il 11/2/2013 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo