.
Annunci online

 
animautori 
due penne per l'anima
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
Ermanno Eandi
Diocesi di Pinerolo
Centro Giovani di Pinerolo
News sul Torino FC
Terre d'Adelaide & Odon
Avvenire
Movimento per la Vita
Oratori diocesi Pinerolo
Avvenire
Sentieri Tolkieniani
Sognando Emmaus
Vita diocesana pinerolese
Album fotografico Patrizio e Cristina
Andrea Gilardo UDC
Beniamino Trucco
Cappellaio matto
stranicristiani
Diocesi di Pinerolo
  cerca

Parole per dipingere e colorare,
parole per fare sognare.
Parole lente,
parole scritte in fretta
parole per la moto
e per la bicicletta.
Parole per chi suona
parole per chi canta
parole per chi di voce
ne ha davvero tanta.
Parole con la rima,
parole per il  prima
parole per il poi,
parole come noi
che stiamo ad ascoltare
il sole, i sassi e il mare.
Parole che van via
parole con la scia.
Parole di saluto
parole di acoglienza,
per te che sei venuto
e leggi con pazienza!






 

Diario | Lectio divina | Montagna | video | Preghiere | Racconti |
 
Diario
1visite.

13 maggio 2014

Il lavoro è una cosa seria

Questi anni di crisi pesano. Sempre dipiù. Perché picchiano duro sulle fasce più deboli. Sulle famiglie. Sui giovani.Il lavoro manca per tanti e per tanti motivi. E la ricorrenza del 1 maggio haevidenziato ulteriormente la gravità della situazione.

A voler proprio scavare sul fondo, sipuò cogliere forse un unico aspetto positivo: quello di aver recuperato, almenoda parte di qualcuno, una certa dimensione etica.

Il lavoro, inteso come “posto” doveparcheggiare il proprio peso corporeo a fronte di consistente e irremovibilestipendio, non è più cosa accettabile. Se fino a qualche anno fa si potevaanche far finta di niente, ora ignorare situazioni del genere implica cattivafede. Dirigenti, direttori e presidenti scaldasedie e inccassassegni non sonopiù graditi. Ma nemmeno collettini bianchi o tute blu perdigiorno, insuperabilinell’arte dell’imboscamento e della mutua facile.

Perché il lavoro è una cosa seria. Daprendere seriamente. Da svolgere seriamente. Perché il lavoro è responsabilitàverso gli altri. Verso il proprio paese. E anche verso la propria azienda,pubblica o privata che sia.

Chi un lavoro e uno stipendio ce l’ha,oggi – soprattutto oggi – non può ignorare questa dimensione sociale.

Almeno per rispetto a chi un lavoro – edi conseguenza un dignitoso stipendio – non ce l’ha.

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lavoro patrizio righero 1 maggio

permalink | inviato da animautori il 13/5/2014 alle 7:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        ottobre